Pubblicato in: Ambiente

Neve, camion e sindacato

Tir nella Neve
Tir nella Neve (sulla A1)

Prendo subitaneo spunto dalla bella segnalazione della mai troppo lodata (?) Anita del blog Scienziato preoccupato tenuto, appunto, dallo scienziato (preoccupato a ragione se avete l’intellitempo di leggerlo) Federico Valerio per fare una piccola riflessione:

Riporto di seguito il post scritto nel blog sopra citato in riferimento a ciò che qualche giorno addietro causò una nevicata:

“Nevica, governo ladro

Finalmente ho capito il significato della celebre imprecazione “Piove! Governo ladro!”  E’ proprio quando le condizioni meteorologiche sono poco più intense del solito che si evidenziano le carenze dello Stato che, utilizzando male (rubando) le tasse pagate dai pochi cittadini onesti, diventa correo dei piccoli e grandi disagi (disastri) associati al maltempo.  L’odissea di migliaia di automobilisti bloccati per ore in autostrada, per qualche tir messosi di traverso a causa di un pò di neve e di ghiaccio, è la responsabilità dei tanti governi che hanno incentivato in tutti i modi possibili il trasporto su gomma e continuano a perseverare nell’errore.  Se il carico di quel tir di traverso avesse viaggiato su un treno lento, su una linea ferrata ben mantenuta, nella peggiore delle ipotesi il carro merci sarebbe stato fermo ad una stazione , in attesa di miglioramento del tempo.  Nel frattempo, gli spazzaneve avrebbe potuto sgombrare le autostrade per i pochi veicoli obbligati a muoversi e ovviamente con le catene a bordo !”

Un paio di giorni fa mentre mi recavo in automobile all’abituale torneo natalizio del “lancio delle uova di storione sulla maionese rafferma“, come sono solito fare, ascoltavo la radio. Guarda caso, il gradito ospite della trasmissione di approfondimento pomeridiano su radiounoRAI era nientepopodimeno che il segretario generale del sindacato degli autotrasportatori che parlava della vicenda di cui sopra. Il simpaticone, sosteneva la tesi secondo cui la vicenda avrebbe dovuto insegnare agli italiani quanto essenziali siano i trasporti su gomma (TIR) per assicurare all’italico popolo pane, latte, pesce, carne, frutta e verdura freschi, genuini e non putrefatti, sulle loro lautamente imbandite tavole. Non solo, rideva di chiunque avesse il coraggio di sostenere la necessità di ridurre questo tipo di trasporti che, secondo lui, andrebbero sostenuti e incrementati (ad esempio riducendo i giorni di blocco del traffico pesante e aumentando il numero di kilometri di percorrenza giornaliera). Concludeva rassicurando tutti (ahimè), sulle buone intenzioni in tal senso dei politici da lui interpellati…

Adesso recativi (QUI) e confrontate i costi (in tutti i sensi) di tre diversi tipi di trasporto (aereo, treno, gomma), tenete presente che un camion consuma e inquina, evidentemente, molto più di un’automobile.

Se proprio non vi basta, QUI trovate il libro bianco della Comunità Europea sula politica dei trasporti (fino al 2010, molto interessante).

A voi le riflessioni…

Annunci

Autore:

prof. Scienze

4 pensieri riguardo “Neve, camion e sindacato

  1. Secondo ecompassenger.org il treno sembrerebbe proprio il miglior candidato per gli sopstamenti nazionali ed europei, però i prezzi attualmente non sono per niente competitivi o perlomeno non sembrebbero tali. Per esempio: tra pochi giorni andrò nei Grigioni con 4 miei amici (Svizzera orientale, Davos per intenderci), per l’andata useremo i mezzi pubblici, al ritorno verranno a prenderci. Il prezzo pro capite per la sola andata è di 78 fr per treno da Lugano e Bellinzona, bus da Bellinzona a Coira e treno da Coira a Davos. Calcolando le spese di benzina per il ritorno con la nostra macchina ibrida arrivo a 20 fr (192 km di distanza, un consumo reale di 6,6 l/100km ed il costo della benzina intorno a 1.60 fr). Chiaro non sto tendendo conto della spesa fatta per comprare la macchina e l’assicurazione, ma questi sono costi fissi e dovrei fare uno studio più attento, considerando per esempio il prezzo di una macchina, la manutenzione, l’impatto ecologico della sua produzione e confrontarlo con quelli dei treni. Sarebbe un bello studio, tuttavia. Sinceramente il treno a me piace come mezzo di trasporto, però sarebbe impensabile muoversi solo con esso, la macchina è privata e mi porta dove voglio, anche dove non ci sono strade con un 4×4.

    1. Caro Ciambello, come al solito, da buon teutonico fai riflessioni interessanti. Tieni presente che il discorso più che sulle persone andrebbe fatto, almeno, sulle merci.
      Credo che avere come unico criterio di scelta il costo minore (attuale) sia quantomeno pericoloso… a pensarci bene, molte delle schifezze compiute dagli esseri umani sono guidate da questa pratica malsana!

      1. Si il prezzo è una bella bestia! ci vorrebbe mooooolta più trasparenza per sapere cosa si nasconde veramente dietro la merce che compriamo. Comunque nei prossimi anni, almeno in Svizzera, la gran parte del trasporto su gomma sarà trasferito su treno, grazie anche i nuovi trafori, si vuole arrivare ad un massimo di 650’000 autocarri sulle autostrade all’anno (nel 2009 si è toccato il tasso minimo di 1,2 milioni di autocarri all’anno). Ci sono poi progetti curiosi come questo.

      2. Sì il prezzo è una bella bestia! Ci vorrebbe più trasparenza per sapere cosa si nasconde dietro a quel numero. Comunque, tornando al tema del suo post, in Svizzera si sta cercando di spostare la maggior parte degli autocarri su treni merce. Grazie ai nuovi trafori questo tipo di trasporto dovrebbe essere intensificato nei prossimi anni e si vuole raggiungere l’obbiettivo di 650’000 autocarri sulle autostrade svizzere all’anno (il tasso minimo finora raggiunto è del 2009: 1,2 milioni di autocarri hanno attraversato la Confederazione quell’anno). Ci sono anche soluzioni curiose proposte da alcuni specialisti di logistica, come questa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...